Articolo che fornisce un’analisi comparativa dei servi di delivery, offerti da diversi operatori, sulla città di Milano.

Riteniamo molto importante questa tipologia di analisi, in quanto il delivery è un settore in forte crescita che ha visto l’ingresso di numerosi player nel mercato italiano, sebbene la presenza sia fortemente radicata nei maggiori centri cittadini.

E’ importante sottolineare il fatto che la maggior parte dei servizi di delivery rappresenta anche un market place terzo per il ristoratore, quindi troviamo l’analisi proposta da “qualescegliere.it” di estremo interesse, soprattutto per tenere in considerazione diversi aspetti legati al modello B2C dell’Offerta. In particolare si analizza:

– la tipologia di servizio

– l’usabilità, intesa come experience, dell’interfaccia

– la presenza, o meno, di una web app

– Cucine disponibili e scelta

-il livello di presentazione di ristoranti e piatti

– Filtri di ricerca disponibili nella scelta

– livello di copertura territoriale

– metodo di pagamento

– costi di consegna

– test di consegna (qualità piatto, puntualità)

Sarebbe molto interessante includere, anche alla luce di recenti avvenimenti sui quali la Magistratura sta indagando – come il fenomeno del caporalato, se ci fossero anche dei parametri di valutazione sulla qualità del rapporto che intercorre fra queste società e i rider.

Cosa ne pensate? Ci piacerebbe cogliere la vostra opinione ed aprire un dibattito su questi temi!

Leggi l’analisi su qualescegliere.it